Archivi categoria: Comunicati stampa

Un film sulla Diaz col capo della polizia?

Apprendiamo dai media che la casa di produzione Fandango sta per cominciare le riprese di un film sulla notte della Diaz, la violenta irruzione della polizia di stato del 21 luglio 2001 conclusa con decine di persone ferite, 93 arrestate sulla base di prove false e sfociata in 25 condanne in secondo grado per funzionari e altissimi dirigenti di polizia. Domenico Procacci, fondatore della Fandango, ha informato di avere inviato al capo della polizia una copia della sceneggiatura e di essere in attesa di incontrarlo. Ne siamo sorpresi e preoccupati, perché Procacci non ha fatto altrettanto con noi, nonostante contatti e sollecitazioni. Eppure siamo stati coinvolti personalmente, o con i Comitati che rappresentiamo, nella vicenda Diaz e in tutte le inchieste e i processi seguiti al G8 di Genova del 2001.
Fandango è naturalmente libera di agire come crede, ma siamo sconcertati dalla sua scelta di mostrare preventivamente la sceneggiatura al capo della polizia e non a chi fu vittima delle violenze degli agenti quella notte.

Lorenzo Guadagnucci, Comitato Verità e Giustizia per Genova, autore di “Noi della Diaz”
Enrica Bartesaghi, presidente Comitato Verità e Giustizia per Genova
Vittorio Agnoletto, ex portavoce Gsf, autore con Lorenzo Guadagnucci di “L’eclisse della democrazia”
Haidi e Giuliano Giuliani, Comitato Piazza Carlo Giuliani

Annunci

Dichiarazione Assemblea Verso Genova 2011

ASSEMBLEA VERSO GENOVA 2011 – 14 MAGGIO 2011
DICHIARAZIONE APPROVATA DALL’ASSEMBLEA



Il 6 maggio scorso, a 10 anni di distanza dal G8, abbiamo nuovamente assistito, a Genova, al pestaggio di giovani inermi da parte delle “forze dell’ordine”.

L’Assemblea oggi riunita per preparare le manifestazioni che si terranno a Genova in occasione del decennale del G8, esprime la propria piena solidarietà agli studenti e alle studentesse picchiati durante una manifestazione in occasione dello sciopero generale indetto dalla CGIL e sottolinea l’assoluta necessità che la gestione dell’ordine pubblico – sempre e, in particolare, durante gli eventi per il decennale del G8 del prossimo luglio, a differenza di quanto avvenne allora – sia improntato al senso di equilibrio e di responsabilità.

Oggi pomeriggio a Roma si tiene la manifestazione a sostegno della Flottiglia per la Libertà di Gaza, che partirà a fine maggio, con il nome di “RESTIAMO UMANI”, in ricordo di Vittorio Arrigoni, ucciso il 14 aprile scorso.

Nel frattempo, è arrivato a Gaza un folto gruppo di giovani, il CORUM, per ribadire che la solidarietà internazionale con Gaza continua e si rafforza, e con l’obiettivo di istituire un centro media intitolato a Vik.

L’Assemblea esprime il proprio sostegno e la propria solidarietà a queste iniziative per la libertà di Gaza, ricordando il grande e prezioso lavoro di Vittorio ed impegnandosi a far vivere, anche nelle giornate di Genova, la lotta del popolo palestinese per i propri diritti e per la fine dell’assedio di Gaza.

L’Assemblea invita, quindi, tutte e tutti coloro che sostengono la causa del popolo palestinese a partecipare alle iniziative che si terranno a Genova del 24 giugno prossimo e che culminerranno nella settimana dal 19 al 24 luglio.

L’Assemblea, infine, auspica che il tentativo di oscuramento della consultazione referendaria del prossimo 12-13 giugno fallisca e che i cittadini italiani rivendichino nei fatti il proprio di diritto di esprimersi attraverso un importante strumento di democrazia dal basso andando in massa a votare, e lancia l’appello per votare SI’ ai quesiti refenderari.

L’ASSEMBLEA VERSO GENOVA 2011

Ancora 4 morti italiani in Afghanistan

Comunicato stampa dell’ assemblea per l’organizzazione degli eventi del 2011 a dieci anni dal G8 genovese, in corso oggi presso il dopolavoro del Cap a Genova Sampierdarena

Ancora 4 morti italiani in Afghanistan
Nessun mezzo di informazione ci ha detto, ne ci dirà mai, quanti sono i morti afghani. La nostra pietà va a tutti i morti di questo conflitto, indipendentemente
dalla loro nazionalità.
Per questo non ci uniamo al coro ipocrita di chi ha mandato i soldati italiani ad uccidere ed essere uccisi; ma ribadiamo la nostra intransigente richiesta di ripristino della legalità costituzionale e di ritiro dei soldati italiani dall’Afghanistan.

L’assemblea “Verso Genova 2011”.